CICLOTURISMO domenica.28.Febbraio | Andar per campi.

Ritrovo alle ore 11,15 alla stazione di Milano Rogoredo.
Partenza alle ore 11,44 in treno con arrivo a Voghera alle ore 12,37.
Rientro alle ore 18,40 in treno da Mortara con arrivo alla stazione di Milano
Porta Genova alle ore 19,31.
Interesse: naturalistico.
Itinerario: Voghera, San Giorgio Lomellina, Olevano, Mortara.
Percorso di 65 Km.
Dislivello: 100% pianura.
Fondo: 65% asfalto, 35% sterrato.
Bici: Mountain bike, Ibrida.
Difficoltà: *** Media.
Pranzo: al sacco.
Costo: 20 Euro, comprende biglietto del treno con il trasporto della bici.
Termine iscrizione: entro le ore 14 di sabato 27 Febbraio.
Note: Non sono ammesse partecipazioni parziali all’iniziativa e variazioni al programma.
Assicuratevi di ricevere una risposta quando prenotate.
Stefano Antonelli cell. 3461214630 Mail: fanti.sognanti@yahoo.it
Web: www.fantisognanti.it

Domenica.28.Febbraio.2010
CICLOTURISMO:
Andar per campi.

 
Pensando al tempo in cui le macchine da cucire erano a pedali come le biciclette


mi viene in mente che oggi disegnare percorsi cicloturistici belli, sicuri e interessanti
in certi posti è come voler confezionare un bel vestito avendo poca stoffa:
bisogna ingegnarsi!!!

E allora per prima cosa si comincia a non buttare via nulla pedalando tutto
il pedalabile finche ce n’é  e quando non ce n’è più certi pezzi tocca pure cucirli
a mano con la bici a spinta.

Certo i tessuti devono essere di qualità come per questa creazione per la quale
è stata usata campagna sopra Voghera con inserti di Lomellina.

Quindi la scelta di accessori prestigiosi come la cintura del Po impreziosita dal ponte
in ferro e pavè  e la cura nei particolari passaggi campestri evitando accuratamente
le statali donano armonia e sobrietà alla confezione.

Ottime anche le finiture pregiate ottenute righettando con maestria sartoriale
il torrente Agogna  e i tanti canali che lambiscono gli appezzamenti agricoli.

Infine un’occhiata al risvolto benefico del pedalare che, come il cucire, se fatto
con consapevolezza eleva lo spirito e attenua i conflitti.

Ed eccolo l’abito nuovo fatto apposta è pronto per essere indossato per andare
nei campi in bicicletta  ed essere sporcato… si nessuna paura tanto poi si lava tutto… anche se per la verità qualcosa resta sempre.

Il bello è che alla fine non ti va mica stretto.

No alla fine butta proprio bene.

E’ vero che l’abito non fa il monaco… però aiuta a diventarlo, ed è questa la novità
per il nuovo anno.

La gita è pensata e dedicata soprattutto per quelle persone che spesso
aprono l’armadio ed esclamano:“Non ho niente da mettermi!!!”. 

 

 

This entry was posted in appuntamenti, biciturismo. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *