Giovedì 4 giugno 2009: I mappamondi di Favetto

 

Gian Luca Favetto legge le sue poesie, Marco Pastonesi introduce e commenta  alla Stazione delle Biciclette di San Donato (che è di fronte alla fermata MM di San Donato) ore 19.00

I mappamondi di Favetto "Grimpa. Traduce liquido l’asfalto in acqua che suda tossine dai muscoli e saledanzando a rumba la fatica tornante dopo tornante.Che cosa tiene avvinti all’aria?Cosa nei suoi polmoni spira? I pedali sono il cammino,la vetta è nelle gambe,le gambe conoscono il destino". “En danseuse”  di Gian Luca Favetto  Mappamondi e corsari  Quindi la bicicletta è poesia.  Quindi un libro di poesia può essere un mappamondo di città e di sguardi, se l’autore è un viaggiatore che crede che "Il tempo quieto della poesia / è cielo chilometri attimi, / infrange il ritmo in un solo punto / e a capo rinvia l’infinito".

 

This entry was posted in appuntamenti. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *